ARTISTI
ARTISTI - SCHEDA ARTISTA
Eduardo Palumbo  
PALUMBO
 
Esponente di spicco dell'arte astratta



Eduardo Palumbo, nato a Napoli nello storico Palazzo Cellamare nel 1932, espose per la prima volta nel 1958 nella sua città natale, presso la galleria San Carlo, ottenendo subito attorno a sè il consenso convinto di esponenti della cultura e dell'arte: da Mario Stefanile, che lo presentò in catalogo, al suo Maestro dell'Accademia, Emilio Notte.
Poco dopo, a ventotto anni, si trasferì a Roma per insegnare nell’Istruzione Artistica, e nella Capitale sviluppò la sua sperimentazione pittorica: quella fu la stagione delle "esplosioni solari" dalla quale giunse alle forme astratte, ai ben noti "aviogrammi". La frequentazione di Capogrossi, di Luigi Paolo Finizio, di Arturo Bovi e dell'intellettuale austriaco Walter Zettl, come del resto le letture di Pound, Marinetti e come le conversazioni con Diego Valeri nella galleria della figlia Marina, con Marasco o con Alfonso Gatto, offrirono a Palumbo, in quegli anni, occasioni importantissime di confronto e di collaudo. Successivamente, negli anni della maturità, Palumbo si segnala all'attenzione dei critici Mario Verdone e dello stesso Finizio per i suoi "bianchi tattili", nei quali il colore si dilegua, incalzato dalla materia. Negli anni Ottanta Rosario Assunto, nelle fuggevoli lampeggianti memorie di acque, di cieli, di iris, annovera queste opere ad un "naturalismo astratto".
Nel 1991 Carlo Belli rileva che il pittore, pur nel suo astrattismo, conserva una riconoscibilità spaziale dell'oggetto. E così Ferruccio Ulivi, nel 1992, nota che l'artista ricava le sue forme "Ex natura".
A Roma ha occasione di rivedere Piero Dorazio, con il quale si è stabilito un rapporto di reciproca stima.
1993. La mostra "Omaggio a Ciaikovskij", presentata da Carlo Fabrizio Carli, nasce dall'interesse che Palumbo da sempre ha per la musica.
Nell'aprile 1994 fa visita ad Alberto Burri, nel suo studio di Città di Castello.
Nel 1995 Gabriele Simongini, per la mostra alla galleria "Prisma" di Verona, scrive delle "Geometrie dello spirito" di Palumbo, che nello stesso anno si aggiudica il concorso per la realizzazione di due opere destinate all'Istituto Sperimentale per la Patologia Vegetale in Roma.
Nel 1996 la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, per i tipi della Casa editrice Giunti, pubblica un agevole volumetto dedicato alle copertine d'autore della rivista "Mass Media" realizzate da P. Dorazio, L. Veronesi, A. Perilli, E. Palumbo, B. Munari, U. Mastroianni, A. Burri, A. Rafols Casamada, A. Sartoris, C. Cruz Diez, G. Turcato, R. Barisani, C. Accardi, P. Consagra, K. Noland, G. La Regina, D. Rothbart, A. Tapies, G. Strazza. Sempre nel 1996, Palumbo viene eletto responsabile regionale, per il Lazio, dell'Art Club Internazionale ’95, prestigioso sodalizio artistico rifondato e presieduto da Piero Dorazio
E' invitato da Piero Dorazio e dal Comune di Roma a realizzare un grande mosaico per la metropolitana romana nella stazione Lucio Sestio, nell'ambito del progetto "Arte Metro Roma".
8 giugno 1996. Inaugura una mostra alla galleria "La goccia" di Bolzano.
Settembre 1996. E' premiato al terzo concorso internazionale di pittura "Premio Città di Lavies" - Bolzano.
Luglio 1997. Partecipa alla rassegna "Costruttivismo, Concretismo, Cinetismo + nuova visualità internazionale" 100 X 100 X Arte Struktura, mostra itinerante promossa dall'Associazione Culturale "Arte Struktura" di Milano.
Ottobre 1997. Nella presentazione alla galleria Lazzari di Roma, Piero Dorazio nota che "Palumbo resta fedele alla concezione dinamica dello spazio propria dei Futuristi, però trasforma il loro furore epico in uno squisito lirismo". Gabriele Simongini, inoltre, identifica nella "metafisica della luce" l'essenza della ricerca di Palumbo.
Nell'aprile 1998 espone un gruppo di opere recenti all'Accademia dei Filedoni di Perugia.
Maggio 1998. Espone con M.Cossiro, A.Pace e T.Sottile in una collettiva a "Il tempo ritrovato" di Roma.
A Napoli, in settembre, espone a Palazzo Reale nell'ambito della mostra "Fascino del quadrato", copertine d'autore della rivista "Mass Media".
Il 2 ottobre viene presentata a Napoli, nella sede degli editori "Marotta & Marotta, l'antologica di disegni 1957/1998: "Eduardo Palumbo, Signa contra Signa", a cura di Alessandro Masi. Nel 1999 in gennaio a Roma nella galleria “Tempo ritrovato”in febbraio a Caserta presso il Centro culturale”R.Soletti M21”e successivamente a maggio alla grafica “Campioli”di Monterotondo è stata presentata la monografia “Signa contra Signa”.
A maggio 2000 nel Castello Cinquecentesco dell’Aquila ha luogo la personale di 80 opere “E.Palumbo –Dagli anni Ottanta al Duemila”, con la presentazione di L.Carammel nel catalogo edito da Giovanni. Di Summa.
Invitato dal Ministrero dei beni ed attività culturali – Soprintendenza di Bari,partecipa alla mostra “Le Ali di Dio”(opere dal 320 a.C.ai giorni nostri).Maggio al Castello Svevo di Bari.Ottobre Caen,Abbaye-Dames.
Luglio novembre partecipa alla collettiva “Astrazioni mediterranee”promossa dalla “Società Dante Alighieri” a Fiume, Albona, Pola, Spalato, Zara e Zagabria.
In ottobre nell’ambito del XXIX Premio Letterario Basilicata nel Museo provinciale di Cosenza partecipa alla rassegna “l’Arte in copertina”in catalogo testo di Renato Barilli.
A partire dallo stesso anno è presente nelle “Fiere d’Arte contemporanea” di Bologna, Bari, Milano, Padova ecc.con la Galleria Di Summa.
Dicembre è presente nel V° volume, “Generazioni anni trenta della storia dell’Arte Italiana del ‘900” di Giorgio Di Genova, edizioni Bora.
Marzo 2001,nell’ambito del progetto di Piero Dorazio “Arte Metro Roma – ATAC Spa” realizza,nella stazione “Lucio Sestio”della metropolitana di Roma,il mosaico “Risonanza di luce”mt.2,00x12,00.
Maggio/giugno è invitato dalla galleria “Struktura” a partecipare al Forum di Omegna (Novara) ”costruttivismo,conretismo,cinevisualismo + nuova visualità internazionalità”.
La “galleria Faleria”di Roma inaugura il 12 maggio una personale di Palumbo presentato nel depliant da Dorazio.
L’Alitalia nella sala “Club Freccia Alata”dello scalo dell’aereoporto di Milano-Linate in giugno inaugura una mostra di Palumbo.
In settembre è allestita una mostra personale presso la galleria “Sante Moretto”di Monticello Conte Otto (Vicenza).
Ottobre partecipa alla mostra “Astrazioni mediterranee”Museo Nazionale di Accra (Ghana)organizzata dall’Ambasciata d’Italia nel Ghana e dalla Società Dante Alighieri.
Novembre, il Museo d’Arte delle generazioni Italiane del ‘900 “G. Bargellini” a Pieve di Cento (Bologna) acquisisce tre opere.
Gennaio 2002 nella Villa Bruno di San Giorgio a Cremano (Napoli)e a marzo nella “galleria Politeama” di Roma partecipa alla mostra “Segnalibri d’Artista”.
Nell’aprile nel Centro Artepoesia contemporanea “Angelus Novus”l’Aquila espone un’opera alla rassegna”Omaggio a Marinetti”a cura di Tomaso Binga e Matteo D’Ambrosio.
Nell’ambito dell’edizione XXXI del “Premio letterario Basilicata” nel Palazzo Loffredo di Potenza è stata allestita la personale di E.Palumbo “Pitture d’inizio secolo”nel catalogo edito da Electa Napoli i testi sono di G.Agnese, C.Strinati M.Tonelli.
Dicembre è invitato alla rassegna “Futurismo e la sua eredità”presso il “Museo d’Arte C.Barbella” di Chieti.
2003 in gennaio alla libreria Guida di Napoli per il progetto “Arte e Artisti a Napoli” una serata per E.Palumbo discutono A.Montano e U.Piscopo.
Invitato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali(Soprintendenza di Napoli) e il Consolato di Grecia a Napoli partecipa alla rassegna “I Giochi Olimpici”,a Napoli nel Palazzo Reale e ad Atene nel “Museo di Arte Ciclica.”
Luglio partecipa alla 48° Mostra Nazionale d’Arte Contemporanea di Termoli “le vie dell’Arte”
Mail-Art rassegna internazionale d’Arte Contemporanea alla “galleria civica d’Arte contemporanea di Termoli”.
In agosto è stato acquisito dalla Pinacoteca Comunale “Massimo Stanzione” di Sant’Arpino (Caserta) il
dipinto”Ora vedo il mio sogno”.
“Il sole copre acqua chiara e l’erba verde”è stato acquisito dal “Museo Civico di Taverna” (CZ).
In dicembre è invitato alla 2°edizione premio nazionale di pittura “Sabaudia Ferruccio Ferrazzi”.
Gennaio 2004 il dipinto del 1956 “Deposizione”è acquisito dalla Basilica di Santa Maria degli Angeli
e dei Martiri in Roma.
Il dipinto del Museo Civico di Taverna è stato esposto alla mostra “Solitari Cantori dell’Utopia”a
Lamezia Terme.
Marzo la Mostra “Le forme tra luce e spazio Giunta e Palumbo”alla “Grafica Campioli”.
Maggio, al Vittoriano - Roma è stato invitato alla rassegna , la festa di primavera “Salone di Maggio,
la natura e l’uomo”.
Luglio Invitato alla XIV Quadriennale Di Roma .
La Quadriennale di Roma acquisisce l’opera “Rumore della luce”per la sede di Villa Carpegna.
24 novembre presentazione del quaderno della Quadriennale Gabriele Simongini “Astrattismo Italiano”
(Incontri con quindici artisti) De Luca editori d’Arte.
2005 – 8 marzo partecipa alla XIV Quadriennale di Roma alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea con l’opera “Alle venticinque stelle” che è stato acquistato da una delegazione della
Camera dei deputati.
Partecipa alla rassegna “Autori Valori” articolata in tre mostre:
9 / 20 aprile – alla Rocca dei Rettori di Benevento.
1 / 30 settembre – Castello Ducale – Casalduni (Benevento).
10 / 20 settembre – Municipio – San Nicola Manfredi (Benevento).
18 giugno partecipa nell’Antico Palazzo Comunale di Pratola Peligna (L’Aquila) al XXIX Premio Internazionale “Emigrazione” –Valori Umanistici d’Italia nel Mondo-
15 ottobre / 15 novembre La Galleria Civica d’Arte Contemporanea di Termoli per il Cinquantesimo anniversario del “Premio Termoli” ha invitato Palumbo alla Mostra “Le Due Rive” Italia – Croazia.
Mostra “Segnalibri d’Artista”:
24 novembre Roma “Lavatoio Contumaciale”.
5 dicembre Latina “Casa della Musica”
Dicembre Premio Nazionale Biennale “Casoli Pinta” Casoli di Atri – Teramo.
2006 – “dieci artisti per dieci anni” Roma “Il tempo ritrovato”
18 febbraio “Mistiche bianche” a cura di Vitaldo Conte, Castello Aragonese, Reggio Calabria.
24 giugno Omaggio a Eduardo Palumbo nel XXX premio Internazionale “Emigrazione” Sulle tracce di Martinetti con memorie del territorio. A cura di Leo Srozzieri, Palazzo Santoro Coltella, Pratola Peligna.
3 agosto Sale omaggio a Primo Conti ed Eduardo Palumbo nella III Rassegna di Arti Visive “Corradino d’Ascanio e le stagioni della velocità: Futurismo, Neofuturismo e dintorni” A cura di L.Strozzieri, Consorzio Universitario Val Pescara al Castello Gizzi Torre de’Passeri.
Settembre partecipa alla XXXIII edizione del Premio Sulmona.
23 settembre A cura di M.Riposati: “L’Arte di amare l’Arte” 30 artisti a sostegno della Fondazione CittàItalia. Galleria Corsini, Palazzo Corsini Roma.
4 novembre bozzetto per la locandina e per il programma dell’associazione organistica del Lazio “Le ore dell’organo, post missam” alla chiesa di S.Marcello al Corso (Roma).
12 dicembre Rassegna “Natività” nell’Arte contemporanea –trenta artisti trenta per trenta- nel Centro per l’Arte Contemporanea “Open Space” S.Maria di Catanzaro.
2007 -3 marzo Roma -Massi studio d’Arte- “Assaggio d’Artista”10 astrattisti italiani, testo in catalogo di Laura Turco Liveri.
12 marzo Museo delle genti d’Abruzzo (Pescara) mostra d’Arte “dialettiche in campo” 11 astrattisti - 11 figurativi a cura di Leo Strozzieri.
22 marzo “Intorno aria dorata” mostra personale alla galleria “Studiò - Giovanna Simonetta” Milano,
a cura di Luca Beatrice.
2 aprile VIII Rassegna Nazionale di arti visive Ricerche Contemporanee della cultura città di Pianella.
14 giugno Rassegna d’arte contemporanea, introduzione di Francesca Gianna “Carte e Cartacce” Roma “Massi – studio d’arte”.
6 ottobre con l’evento “Naturalmente Astratto” Massi – studio d’arte partecipa alla “III Giornata del Contemporaneo”.
24 novembre “Massi studio d’arte contemporanea “Natale a regola d’Arte”.
12 dicembre IV edizione “Venite Adoremus” mostra internzionale d’Arte Sacra – Omaggio alla Divina Commedia – a cura di Stefania Severi a Roma Basilica di Santa Maria in Montesanto – Chiesa degli Artisti.
2008 – gennaio il trittico cm. 150 x 300 “Là dove il cielo è più sereno e lieto” è esposto nella collezione
Arte contemporanea alla Farnesina” (Ministero degli Esteri).
1 marzo “L’Arte costruisce l’Europa” rassegna da un idea di Anna Canali raccoglie opere di 404 artisti internazionali del Costruttivismo,Concretismo,Cinevisualismo e Madì. Desenzano del Garda presso la Galleria Civica.
22 aprile con “Massi Studio Arte” partecipa alla rassegna “Primaverile Romana 2008”A.R.G.A.M.2008
“Prendere Posizione” al Museo “Venanzio Crocetti” Roma.
24 maggio Roma nella galleria “Il Tempo Ritrovato” il “Premio Mnemosine 2008”è stato conferito a Palumbo
28 giugno “Studiò e Proposte d’Arte Contemporanea”presentano la personale “Madrigale Mediterraneo”nella “Galleria Proposte d’Arte Contemporanea” a Pietrasanta (Lu).






 
arricchisci la scheda artista

torna all'elenco
 



- GEART - il portale del collezionista - mail@geart.com -